Il Ciclo del Compost

sostenibilità

Sostenibilità

Sostanza organica ed elementi nutritivi per piante e terreni.

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce Fertilizzanti Naturali, capaci di apportare sostanza organica ed elementi nutritivi a piante e terreni.

Come?

Valorizzando le potature del verde pubblico, gli scarti vegetali e agroalimentari che vengono trasformati in un prodotto sostenibile per l’agricoltura moderna, sempre più propensa alla riduzione dell’utilizzo di fertilizzanti di sintesi.

Gli Ammendanti di origine agroalimentare Econat® sono di 3 distinte tipologie:

  • Ammendante Compostato Verde (ACV), consentito in agricoltura biologica, ottenuto da materie prime di origine ligneo-cellulosica ossia da residui della manutenzione del verde ornamentale pubblico e privato;
  • Ammendante Compostato Misto (ACM), consentito in agricoltura biologica, prodotto da sfalci e potature, scarti vegetali e scarti provenienti dall’industria agroalimentare;
  • Ammendante Compostato da scarti della Filiera Agroalimentare (ACFA), è ottenuto da sfalci, potature, biodigestato dal processo di produzione anaerobica di biogas di Caviro Extra e da fanghi agroalimentari. È un compost specifico per utilizzo in agricoltura convenzionale su colture estensive e frutteti.

Crediamo negli elementi naturali, che tornano all’origine.
Un ciclo inesauribile.

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce Fertilizzanti Naturali, capaci di apportare sostanza organica ed elementi nutritivi a piante e terreni.

Come?

Valorizzando le potature del verde pubblico, gli scarti vegetali e agroalimentari che vengono trasformati in un prodotto sostenibile per l’agricoltura moderna, sempre più propensa alla riduzione dell’utilizzo di fertilizzanti di sintesi.

Gli Ammendanti di origine agroalimentare Econat® sono di 3 distinte tipologie:

  • Ammendante Compostato Verde (ACV), consentito in agricoltura biologica, ottenuto da materie prime di origine ligneo-cellulosica ossia da residui della manutenzione del verde ornamentale pubblico e privato;
  • Ammendante Compostato Misto (ACM), consentito in agricoltura biologica, prodotto da sfalci e potature, scarti vegetali e scarti provenienti dall’industria agroalimentare;
  • Ammendante Compostato da scarti della Filiera Agroalimentare (ACFA), è ottenuto da sfalci, potature, biodigestato dal processo di produzione anaerobica di biogas di Caviro Extra e da fanghi agroalimentari. È un compost specifico per utilizzo in agricoltura convenzionale su colture estensive e frutteti.

Crediamo negli elementi naturali, che tornano all’origine.
Un ciclo inesauribile.

Articoli correlati

Il Ciclo del Compost

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce…

Leggere di più

Protagonisti a Ecomondo 2023

Quattro giorni di incontri, talk e nuove sfide raccontate da…

Leggere di più

Questo è il Cerchio della Vite

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di…

Leggere di più

Premio Sviluppo Sostenibile

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione…

Leggere di più


Protagonisti a Ecomondo 2023

sostenibilità

Sostenibilità

Quattro giorni di incontri, talk e nuove sfide raccontate da Caviro Extra.

In corso il carbon assessment su tutti i siti

Entro qualche mese definiremo la nostra carbon footprint grazie a un progetto dedicato, che abbiamo appena presentato a Ecomondo Rimini. Così potremo individuare nuove strategie di decarbonizzazione per ridurre ulteriormente il nostro impatto ambientale.
Il conteggio del carbon assessment è già stato concluso nel nostro sito di Faenza (Ra), dove ha sede Caviro Extra, la società che si occupa di realizzare la nostra economia circolare valorizzando gli scarti della filiera agroalimentare.
Il calcolo ha portato al risultato di 22.981 tonnellate di CO2 di emissioni dirette e indirette per il fiscal ‘21-‘22, una cifra molto contenuta considerati i volumi produttivi del sito. I prossimi stabilimenti interessati saranno quelli in cui avviene l’imbottigliamento del vino a Forlì, Savignano sul Panaro (MO) e Fumane (VR).

Nuova immagine per Caviro Extra

A partire dagli scarti della filiera vitivinicola e agroalimentare, Caviro Extra produce energia, alcol e prodotti nobili: un perfetto esempio di economia circolare. Al suo interno, Extra conta quattro diverse business unit: Extra Alcoli, Extra Mosti ed Estratti, Extra Tartarica, Extra Eco-Energia.
Di recente abbiamo completato un importante restyling dell’immagine di Extra, individuando quattro simboli, semplici ed essenziali, che contraddistinguono le business unit. Attraverso questa nuova identità grafica, ci proponiamo di definire ancora meglio le diverse anime, tra loro interconnesse, che costituiscono Caviro Extra, e i valori in cui questa società si riconosce.

In corso il carbon assessment su tutti i siti

Entro qualche mese definiremo la nostra carbon footprint grazie a un progetto dedicato, che abbiamo appena presentato a Ecomondo Rimini. Così potremo individuare nuove strategie di decarbonizzazione per ridurre ulteriormente il nostro impatto ambientale.

Il conteggio del carbon assessment è già stato concluso nel nostro sito di Faenza (Ra), dove ha sede Caviro Extra, la società che si occupa di realizzare la nostra economia circolare valorizzando gli scarti della filiera agroalimentare.

Il calcolo ha portato al risultato di 22.981 tonnellate di CO2 di emissioni dirette e indirette per il fiscal ‘21-‘22, una cifra molto contenuta considerati i volumi produttivi del sito. I prossimi stabilimenti interessati saranno quelli in cui avviene l’imbottigliamento del vino a Forlì, Savignano sul Panaro (MO) e Fumane (VR).

Nuova immagine per Caviro Extra

A partire dagli scarti della filiera vitivinicola e agroalimentare, Caviro Extra produce energia, alcol e prodotti nobili: un perfetto esempio di economia circolare. Al suo interno, Extra conta quattro diverse business unit: Extra Alcoli, Extra Mosti ed Estratti, Extra Tartarica, Extra Eco-Energia.

Di recente abbiamo completato un importante restyling dell’immagine di Extra, individuando quattro simboli, semplici ed essenziali, che contraddistinguono le business unit. Attraverso questa nuova identità grafica, ci proponiamo di definire ancora meglio le diverse anime, tra loro interconnesse, che costituiscono Caviro Extra, e i valori in cui questa società si riconosce.

A partire dagli scarti della filiera vitivinicola e agroalimentare, Caviro Extra produce energia, alcol e prodotti nobili: un perfetto esempio di economia circolare. Al suo interno, Extra conta quattro diverse business unit: Extra Alcoli, Extra Mosti ed Estratti, Extra Tartarica, Extra Eco-Energia.

Di recente abbiamo completato un importante restyling dell’immagine di Extra, individuando quattro simboli, semplici ed essenziali, che contraddistinguono le business unit. Attraverso questa nuova identità grafica, ci proponiamo di definire ancora meglio le diverse anime, tra loro interconnesse, che costituiscono Caviro Extra, e i valori in cui questa società si riconosce.

Articoli correlati

Il Ciclo del Compost

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce…

Leggere di più

Protagonisti a Ecomondo 2023

Quattro giorni di incontri, talk e nuove sfide raccontate da…

Leggere di più

Questo è il Cerchio della Vite

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di…

Leggere di più

Premio Sviluppo Sostenibile

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione…

Leggere di più


Questo è il Cerchio della Vite

sostenibilità

Sostenibilità

Dove tutto torna.

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di sostenibilità del Gruppo e il nuovo Manifesto che racconta il Cerchio della vite.

Il documento ribadisce la scelta vincente di investire in un modello circolare “dalla vigna alla vigna”, simbolicamente rappresenta il 99% delle azioni e progetti sostenibili che abbiamo portato avanti con impegno concreto senza però dimenticarci che c’è sempre un 1% da colmare!

Questo numero, seppur piccolo, ha una forza grandissima. E’ il motore che ci spinge a non fermarci, a fare sempre di più per il pianeta e per le persone che lo abitano.

Scarica il bilancio

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di sostenibilità del Gruppo e il nuovo Manifesto che racconta il Cerchio della vite.

Il documento ribadisce la scelta vincente di investire in un modello circolare “dalla vigna alla vigna”, simbolicamente rappresenta il 99% delle azioni e progetti sostenibili che abbiamo portato avanti con impegno concreto senza però dimenticarci che c’è sempre un 1% da colmare!

Questo numero, seppur piccolo, ha una forza grandissima. E’ il motore che ci spinge a non fermarci, a fare sempre di più per il pianeta e per le persone che lo abitano.

Scarica il bilancio

Articoli correlati

Il Ciclo del Compost

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce…

Leggere di più

Protagonisti a Ecomondo 2023

Quattro giorni di incontri, talk e nuove sfide raccontate da…

Leggere di più

Questo è il Cerchio della Vite

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di…

Leggere di più

Premio Sviluppo Sostenibile

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione…

Leggere di più


Premio Sviluppo Sostenibile

sostenibilità

Sostenibilità

Un impegno fattivo verso un’economia sempre più verde.

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e dall’Italian Exhibition Group con il patrocinio del MITE, ha assegnato a Caviro Extra, società del Gruppo Caviro il Primo Premio in occasione della fiera ECOMONDO dedicata alla transizione ecologica.

Caviro si è distinta tra le aziende italiane leader nella green economy con il progetto “Legàmi di Vite”, con il quale ha raggruppato importanti aziende vitivinicole del territorio per la gestione e valorizzazione circolare dei sottoprodotti e degli scarti della vinificazione per produrre elettricità rinnovabile, biometano e ammendanti compostati.

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e dall’Italian Exhibition Group con il patrocinio del MITE, ha assegnato a Caviro Extra, società del Gruppo Caviro il Primo Premio in occasione della fiera ECOMONDO dedicata alla transizione ecologica.

Caviro si è distinta tra le aziende italiane leader nella green economy con il progetto “Legàmi di Vite”, con il quale ha raggruppato importanti aziende vitivinicole del territorio per la gestione e valorizzazione circolare dei sottoprodotti e degli scarti della vinificazione per produrre elettricità rinnovabile, biometano e ammendanti compostati.

Articoli correlati

Il Ciclo del Compost

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce…

Leggere di più

Protagonisti a Ecomondo 2023

Quattro giorni di incontri, talk e nuove sfide raccontate da…

Leggere di più

Questo è il Cerchio della Vite

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di…

Leggere di più

Premio Sviluppo Sostenibile

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione…

Leggere di più


Impianto di teleriscaldamento

sostenibilità

Sostenibilità

Un impianto EXTRAordinario

Abbiamo inaugurato il 5 maggio 2022, a Faenza, l’impianto di teleriscaldamento che produce calore a partire da un combustibile rinnovabile (gli scarti della filiera vitivinicola), riducendo così l’inquinamento e l’utilizzo di metano o altre fonti fossili.

Il grande vantaggio della rete di teleriscaldamento è che si produce energia in un’unica centrale termoelettrica utilizzando in prevalenza combustibili rinnovabili, pertanto, ne derivano sia benefici ambientali che economici rispetto all’utilizzo di metano di origine fossile. Il nuovo impianto consente di destinare il vapore sia al funzionamento degli impianti interni allo stabilimento di Caviro Extra, che verso l’esterno, alle case e alle imprese adiacenti. Con una potenza di 7,5 MW, la rete distribuisce acqua ad alta temperatura a case e imprese, tra cui la scuderia di Formula 1 Alpha Tauri.

Abbiamo inaugurato il 5 maggio 2022, a Faenza, l’impianto di teleriscaldamento che produce calore a partire da un combustibile rinnovabile (gli scarti della filiera vitivinicola), riducendo così l’inquinamento e l’utilizzo di metano o altre fonti fossili.

Il grande vantaggio della rete di teleriscaldamento è che si produce energia in un’unica centrale termoelettrica utilizzando in prevalenza combustibili rinnovabili, pertanto, ne derivano sia benefici ambientali che economici rispetto all’utilizzo di metano di origine fossile. Il nuovo impianto consente di destinare il vapore sia al funzionamento degli impianti interni allo stabilimento di Caviro Extra, che verso l’esterno, alle case e alle imprese adiacenti. Con una potenza di 7,5 MW, la rete distribuisce acqua ad alta temperatura a case e imprese, tra cui la scuderia di Formula 1 Alpha Tauri.

Articoli correlati

Il Ciclo del Compost

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce…

Leggere di più

Protagonisti a Ecomondo 2023

Quattro giorni di incontri, talk e nuove sfide raccontate da…

Leggere di più

Questo è il Cerchio della Vite

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di…

Leggere di più

Premio Sviluppo Sostenibile

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione…

Leggere di più


Vi presentiamo ACFA

sostenibilità

Sostenibilità

Impianto produttivo di una nuova tipologia di fertilizzante naturale

All’interno dello stabilimento Caviro Extra è stato inaugurato l’impianto produttivo di una nuova tipologia di fertilizzante naturale: l’Ammendante Compostato da scarti della Filiera Agroalimentare (ACFA).
Rispetto ai concimi chimici, tale prodotto ha un costo contenuto e fornisce un apporto di sostanza organica e nutrienti ai terreni.
Questo segna un ulteriore passo importante del nostro circolo virtuoso “dalla Vigna alla Vigna”

All’interno dello stabilimento Caviro Extra è stato inaugurato l’impianto produttivo di una nuova tipologia di fertilizzante naturale: l’Ammendante Compostato da scarti della Filiera Agroalimentare (ACFA).
Rispetto ai concimi chimici, tale prodotto ha un costo contenuto e fornisce un apporto di sostanza organica e nutrienti ai terreni.
Questo segna un ulteriore passo importante del nostro circolo virtuoso “dalla Vigna alla Vigna”

Articoli correlati

Il Ciclo del Compost

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce…

Leggere di più

Protagonisti a Ecomondo 2023

Quattro giorni di incontri, talk e nuove sfide raccontate da…

Leggere di più

Questo è il Cerchio della Vite

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di…

Leggere di più

Premio Sviluppo Sostenibile

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione…

Leggere di più


Bilancio di sostenibilità

sostenibilità

Sostenibilità

Terzo Bilancio di sostenibilità Gruppo Caviro

Sostenibilità significa occuparsi e preoccuparsi del futuro e di cosa lasciamo alle prossime generazioni.
Il bilancio di sostenibilità di gruppo è giunto così alla sua terza edizione e quest’anno lo abbiamo raccontato anche attraverso i vostri volti.

Sostenibilità significa occuparsi e preoccuparsi del futuro e di cosa lasciamo alle prossime generazioni.
Il bilancio di sostenibilità di gruppo è giunto così alla sua terza edizione e quest’anno lo abbiamo raccontato anche attraverso i vostri volti.

Articoli correlati

Il Ciclo del Compost

Enomondo, oltre ad energia elettrica e termica, produce…

Leggere di più

Protagonisti a Ecomondo 2023

Quattro giorni di incontri, talk e nuove sfide raccontate da…

Leggere di più

Questo è il Cerchio della Vite

Siamo orgogliosi di presentarvi il quarto bilancio di…

Leggere di più

Premio Sviluppo Sostenibile

Il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, istituito dalla Fondazione…

Leggere di più